Stefani Sport

28 Gennaio 2021

Nessun commento

Pagina iniziale Uncategorized

Artrosi della mano

Artrosi della mano

COS’É L’ARTROSI

 

L’artrosi è una patologia reumatica degenerativa che consiste nella progressiva degenerazione della cartilagine dell’articolazione. Con l’alterazione dello strato cartilagineo, i margini ossei delle articolazioni, non avendo più uno strato protettivo entrano in stretto contatto.

Il meccanismo con cui il corpo reagisce allo “sfregamento” tra le superfici ossee, oltre allo sviluppo di uno stato infiammatorio, è la produzione di ulteriore materiale osseo (gli osteofiti) nelle superfici articolari. In qualsiasi articolazione affetta da artrosi, gli osteofiti a lungo andare porteranno a una limitazione importante del movimento.

Si parla di artrosi della mano quando tale patologia colpisce una o più articolazioni di questo distretto corporeo. Ne soffrono gli anziani, con maggiore incidenza coloro che praticano o hanno praticato  costanti attività lavorative manuali come: muratore, carpentiere, massaggiatore, impiegati che passano molte ore sulla tastiera del pc e sul mouse, elettricisti, cuochi.

Le articolazioni più a rischio sono quelle dotate di maggiore libertà di movimento e che quindi sono maggiormente predisposte a subire un’usura della cartilagine e un’istaurazione di fenomeni artrosici. Si tratta dunque dell’articolazione trapezio-metacarpica, e delle articolazioni interfalangee (prossimali e distali).

 

artrosi mano

 

LA RIZOARTROSI

 

È chiamata rizoartrosi la condizione artrosica che colpisce l’articolazione trapezio – metacarpica, che per altro risulta essere la condizione più invalidante di artrosi nella mano. Ha infatti ricadute funzionali molto importanti, rendendo difficile l’esecuzione di gesti anche molto semplici come aprire un barattolo o l’afferrare un oggetto. 

I sintomi dell’artrosi alla mano sono i seguenti e possono essere in concomitanza oppure essere presenti solo in parte:

  • dolore nell’articolazione della mano colpita, che nel caso della rizoartrosi si tratta di dolore nell’area
    immediatamente sotto al pollice, dunque in corrispondenza dell’articolazione trapezio-metacarpica;
  • gonfiore locale;
  • calore locale;
  • rossore locale.

 

QUALI SONO I RIMEDI

 

I rimedi possono essere di carattere conservativo o invasivo. Al giorno d’oggi l’approccio conservativo è il più utilizzato ed è sempre consigliato dai medici anche in casi in cui è necessario l’intervento chirurgico.

La fisioterapia per questa condizione ha l’obbiettivo di ridurre i sintomi e migliorare la funzionalità della mano. Per raggiungere questo scopo si utilizzano in sinergia:

  • Tecniche manuali: come le mobilizzazioni in trazione e la massoterapia che contribuiscono a rilassare il tessuto e a trattare eventuali disfunzioni di movimento che spesso sono alla base di una condizione artrosica.
  • Mezzi fisici: vengono applicati per controllare l’infiammazione e ridurre il dolore. Gli apparecchi più utilizzati al giorno d’oggi sono: laser ad alta potenza, tecarterapia e ultrasuoni
  • Esercizi ed autoposture: sono per lo più insegnati durante la terapia per poi essere eseguiti a casa tutti i giorni. Con gli esercizi terapeutici specifici e l’adozione di specifiche posture il paziente riesce a stabilizzare più facilmente i progressi ottenuti nella seduta e a gestire meglio la sua condizione di dolore

Durante le sedute il fisioterapista comunica inoltre al paziente quali sono i comportamenti a rischio da limitare, come gestire le fasi di dolore acuto e quando utilizzare eventuali ortesi, come i tutori per la rizoartrosi.

 

Lo staff fisioterapico di Stefani Sport